AUTORIZZAZIONE PER LA RACCOLTA DEI FUNGHI NELL’AMBITO DELLA REGIONE TOSCANA (L.R. N. 16/99)

I residenti in Toscana per ottenere l’autorizzazione alla raccolta dei funghi in Toscana,

  1. Devono effettuare un versamento intestato alla Regione Toscana sul c/c postale n.6750946 oppure con bonifico tramite codice IBAN (IT87 P076 0102 8000 0000 6750 946);
  2. Le ricevute devono riportare le generalità del raccoglitore e nella causale “Raccolta Funghi”.

Coloro che vogliono raccogliere i funghi epigei spontanei nel solo territorio del Comune di residenza non sono tenuti a munirsi di alcuna autorizzazione.

L’importo da pagare è pari a :

  1. € 13,00 per la raccolta nei sei mesi decorrenti dalla data del versamento;
  2. € 25,00 per la raccolta nei dodici mesi decorrenti dalla data del versamento.

Gli importi di cui sopra, sono ridotti del 50% per i residenti nei territori montani


I NON residenti in Toscana per ottenere l’autorizzazione alla raccolta dei funghi in Toscana,

  1. Devono effettuare un versamento intestato alla Regione Toscana sul c/c postale n.6750946 oppure con bonifico tramite codice IBAN (IT87 P076 0102 8000 0000 6750 946);
  2. Le ricevute devono riportare le generalità del raccoglitore e nella causale “Raccolta Funghi” ed il periodo di riferimento;

L’importo da pagare è pari a :

  1. € 15,00 per un giorno di raccolta;
  2. € 40,00 per sette giorni consecutivi di raccolta;
  3. € 100,00 per l'autorizzazione turistica valida un anno.

Sono esonerati dal versamento i minori di quattordici anni ed i funghi raccolti concorrono a formare il quantitativo giornaliero di raccolta consentito all’accompagnatore;

Per i minorenni che hanno compiuto i quattordici anni, il versamento è effettuato dall’esercente la potestà genitoriale e deve riportare nella causale le generalità del minore.

La ricevuta del versamento va conservata e portata con sé al momento della raccolta dei funghi, unitamente ad un documento di riconoscimento.

I titolari di autorizzazioni, possono raccogliere fino ad un massimo di tre chilogrammi di funghi al giorno; tale quantitativo è elevato a dieci chilogrammi al giorno per i residenti dei comuni classificati montani nell’ambito del territorio del proprio comune.



AUTORIZZAZIONE PER LA RACCOLTA DEI TARTUFI
(L.R. 50/2005) 

Per ottenere il tesserino che abilita alla ricerca ed alla raccolta del tartufo, occorre presentare presso il comune di residenza un’istanza in bollo, con i dati anagrafici dell’interessato e corredata di attestazione di idoneità rilasciata dalla Commissione provinciale, dalla ricevuta di versamento effettuato sul c/c postale n. 18805507 intestato a Regione Toscana – Tesoreria Regionale per l’importo pari ad € 92,96, n. 2 foto formato tessera ed una marca da bollo.

Il tesserino è valido su tutto il territorio nazionale, ha validità di cinque anni solari dalla data del rilascio e alla scadenza potrà essere rinnovato a richiesta del titolare presso il comune di residenza. Per il rinnovo annuale si effettua il solo versamento. Per il rinnovo quinquennale va presentata istanza in bollo presso il comune corredata dalla ricevuta del versamento di rinnovo, una marca da bollo, ed il tesserino scaduto.