Il Comune della Città di Chiusi è pronto a far partire una stagione di opere pubbliche senza precedenti. In queste ore sono, infatti, terminate le procedure di gara con aggiudicazione definitiva di cinque grandissimi interventi per un totale di oltre due milioni di euro. Nel dettaglio i lavori, che dovrebbero partire a novembre, riguarderanno l’urbanizzazione finale per il completamento del Palazzetto dello Sport in loc. Pania (importo 330 mila euro); opere di riqualificazione urbana di via Piave, via Montegrappa e Piazzetta Garibaldi (importo progetto 430 mila euro); lavori di Riqualificazione al Parco dei Forti a Chiusi Città (importo 500 mila euro); lavori di rifacimento della pavimentazione stradale, dei sotto servizi e della segnaletica stradale a Pozzarelli (importo 280 mila euro) e lavori per la ristrutturazione e consolidamento strutturale de Lavatoi a Chiusi Città (importo progetto 495 mila euro)

“Siamo felici ed orgogliosi – dichiara il sindaco di Chiusi Juri Bettollini – di poter annunciare una serie di opere pubbliche che cambieranno il volto della nostra città. In campagna elettorale avevamo promesso di trasformare la Città di Chiusi e di renderla più semplice, più bella e più coraggiosa attraverso nuove opportunità e prospettive. I progetti che a breve partiranno rappresentano lo spirito della nostra azione amministrativa che ha sempre cercato di migliorare la qualità della vita dei cittadini di Chiusi attraverso una crescita e uno sviluppo sostenibile dell’ambiente in cui viviamo. Ogni cantiere che vedremo operativo risponderà ad una precisa necessità dei nostri cittadini ed è questo l’aspetto che ci rende più soddisfatti perché significa aver mantenuto la parola data in campagna elettorale. Ogni giorno abbiamo lavorato con umiltà e, fino alla fine del mandato, continueremo ad andare avanti con la stessa passione, entusiasmo, determinazione e coraggio per cercare di offrire sempre un futuro migliore alle nuove generazioni.”

“I lavori che a breve partiranno – sottolinea l’assessore ai lavori pubblici Andrea Micheletti – sono veramente importanti per la nostra città e da tempo attesi dai nostri cittadini. Sono tutti interventi che cambieranno in modo significativo l’ambiente di Chiusi come siamo abituati a conoscerlo. Al termine dei lavori, sia allo Scalo sia in Centro Storico, ci sarà un notevole miglioramento della qualità della vita attraverso una fruizione sicuramente riqualificata di tanti spazi pubblici, che fino ad oggi richiedevano interventi importanti. Non vediamo l’ora di vedere i cantieri operativi e di aprire una stagione di opere pubbliche come probabilmente la nostra città non ha mai visto.”

Oltre a tutto questo è stato anche approvato un progetto di riqualificazione di tutta l’illuminazione pubblica, che prevede l’installazione delle luci a led su tutta la rete illuminante del territorio chiusino. La stagione delle opere pubbliche riguarderà in modo importante anche il territorio delle frazioni; la giunta chiusina ha, infatti, già approvato un progetto per la messa in sicurezza stradale degli abitati di Querce al Pino, Macciano, Pignattaia e Tegoleto.